Delirio del sabato – Vol.1

Uncategorized

Il caldo dà alla testa…

Ciao, scrivo oggi perchè ieri non ho proprio avuto tempo, ma mi sarebbe piaciuto scrivere di getto le mie sensazioni…
Ero d’accordo con un amico di trovarci in C.so Vittorio per andare a Borgo Dora, che avevo visto una lampada che volevo comprarmi…
Vabbè fatto sta che salgo sul 55, ovviamente in ritardo, e assisto a una scena che mi ha abbastanza scosso…
Mentre mi guardo in giro, dopo aver finalmente trovato un posto, sento una signora anziana parlare con un tono sostenuto con una signora seduta di fronte a me. Capisco fin da subito che non era una chiacchierata tra amiche peppie…
Non avevo seguito tutta la discussione, ma avevo capito che la megera ce l’aveva con l’altra signora per qualche motivo. Inoltre notavo che sempre più persibe partecipavano alla diatriba…In pratica la signora anziana, probabilmente di provenienza calabrese, aveva intimato all’altra signora, più giovane e di provenienza esteuropea, di mostrarle il biglietto, e al rifiuto di questa, se n’è uscita con commenti poco carini sul fatto che gli stranieri sono tutti dei ladri, figuriamoci se pagano il biglietto del pullman, con quale diritto si siedono…Mi faceva venire in mente una usanza cui pose fine una certa Rosa Parks…maggiori info
qui

Beh fatto sta che dopo qualche minuto la vecchia ha iniziato a insultare anche il marito dell’altra signora, che ha voluto sottolineare che vive in Italia da 11 anni e da quando è qui ha sempre lavorato, e l’anziana donna ha risposto dimostrando molta saggezza "Torna al tuo paese, credi di comandare a casa mia?!"…Dopo un po’ la signora esteuropea è dovuta scendere con suo marito dal bus, e l’attempata signora calabrese accompagnava la loro discesa dall’autobus con dei simpatici "Sciò! Sciò!" aiutandosi anche con gesti delle mani…

A quel punto non ho resistito a stare zitto, e così sono intervenuto, e ad alta voce ho detto: "Se non altro, almeno porti un po’ di rispetto!"

(Di qui in avanti riporto sotto forma di dialogo…) Lei: "Eh? Che vuoi? Io parlavo in generale, se lei si è offesa evidentemente ha la coda di paglia!" e io: "Generale o particolare il razzismo è SEMPRE sbagliato…" "Eh?" "Le ho detto che il razz…" "Eh? Non sento!" (con il gesto di Luca Toni) "Il razz.." "Non sento!! Non sento!" "E allora continui a non sentire, ma almeno non insulti gli altri!" "Stai zitto, va! Cresci invece che parlare!". Qui la mia risposta voleva essere "Se poi alla fine dei miei giorni devo diventare una crosta ignorante come lei, allora preferisco evitare" ma per non abbassarmi al suo livello ho solo detto "In Italia abbiamo il diritto di parola, quindi non è certo lei a farmi stare zitto. Ma del resto non ha senso parlare con chi non vuol sentire!" E lei indignata si è messa a parlare con il signore dietro, probabilmente di come sono maleducati i giovani, e di come il mondo sia alla rovina…

 

Era la prima volta che litigavo con una vecchia, e per un buon motivo inoltre! Il fatto è che verso alcuni anziani sto diventando sempre meno tollerante…Trovo che la maggior parte siano maleducati e arroganti, e pretendono di essere riveriti. Beh nella mia società non c’è posto per chi pensa solo a se stesso, per chi esige, per chi non rispetta, per chi pretende ma non da nulla…

 

Signora cara, la aspetto fuori dall’ospizio per la resa dei conti!

 

Ah ancora una cosa…Ci sono persone a cui tengo molto, su di cui scommetto molto di me stesso, che stimo nonostante spesso non me ne diano motivazione, e spero vivamente che non diventino come quella vegliarda, ma neanche come me, che riescano a rispettarsi tutti, che riescano a trovare ciò che c’è di buono in ciascuno di noi, che riescano ad apprezzarsi per quello che sono, che vivano pienamente la vita per quella che è, che capiscano che per quanto diversi possiamo sembrare, siamo tutti fatti di carne e ossa, qualcuno anche di grasso, e il sangue è rosso in tutti gli uomini. Vorrei che non conoscano la violenza e l’odio, che non applichino l’intolleranza, che non seguano le idee di uomini molto poco umani, e molto bestiali, persone che hanno macchiato la storia senza un motivo. Voglio che il futuro delle persone a cui mi riferisco non conosca la guerra. Ma c’è da lavorare…molto…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...