Tangenziale dei ricordi

Epifanie, Personale, Storie di vita, torino

Corso Unione Sovietica, TorinoL’occasione di viaggiare con la mente mi è stata data dal pranzo di due settimane fa circa a casa di N. che ci ha invitato a casa sua per salutarci prima della sua partenza per l’Inghilterra…un pranzo luculliano iniziato alle due del pomeriggio e proseguito fino a poco prima delle 18!

E forse anche per questo motivo, nel viaggio di ritorno, ho iniziato un trip nel mio passato da bambino pendolare. G. ci accompagnava da Torino a Candiolo e viceversa: e durante la strada mi sono tornate in mente alcune immagini, alcune esperienze.

A novanta

Personale, Storie di vita

Il titolo dice già molto. Ma necessita di una spiegazione per non essere troppo equivocato…
E’ da oltre un mese ormai che soffro di mal di schiena più o meno forti, al punto di rimanere bloccato e dolorante.
A causa di questo spiacevole e doloroso imprevisto mi sono recato al pronto soccorso prima, e dal fisioterapista poi. Risultato? Una protrusione discale: niente di gravissimo, per carità, ma dopo un mese e mezzo di pertosse stare bene non mi avrebbe fatto tanto schifo!
Il fisioterapista che mi ha seguito mi ha quindi consigliato, dopo qualche seduta, di partecipare come volontario ad un corso di fisioterapisti all’ospedale San Camillo di Torino. Credo che il corso avesse a che fare con questa associazione o con questa, che poi, se ho capito bene, è la versione italiana. Non sapevo quasi nulla, se non dove e quando presentarmi.

Arrivato lì, ho scoperto il tutto. In pratica avrei fatto da “cavia” a fisioterapisti professionisti che stavano sperimentando un metodo particolare di diagnosi, lavorando a coppie con un paziente volontario come me, e seguiti da un professore. Abituato dal mio fisioterapista a denudare solo il petto, lì invece mi sono visto costretto a spogliarmi quasi completamente, rimanendo in boxer al freddo al gelo, sotto gli sguardi di tutti, che a dire il vero avevano comunque ben altro da fare che badare a me.

Il presepe dei blogger 2010

Uncategorized

Per chi non lo sapesse, anche i blogger, a modo loro, fanno il presepe. Io mi affido alla creatività di kaos che ripropone un presepe di vip vari al posto delle classiche statuine. Un’idea un po’ blasfema e dissacrante forse, ma divertente. E poi si fa per scherzare! 🙂

Io ho adottato un personaggio di spicco: Lady Gaga, nei panni di una “presumibile Madonna”, immagino nel senso che è sulla buona strada di prendere il posto della famosa popstar, perchè questa di vergine c’avrà gli occhiali! In ogni caso sono orgoglioso di poter ospitare questo genio sul mio blog, e ci terrà compagnia fino alla fine delle feste…

Se siete curiosi di capire meglio come funziona, o volete anche voi adottare un vip, cliccate su questo link e leggete l’intervento su kblog.

Buone feste!

Chiamiamolo lavoro

Personale

Scena de Dopo la laurea specialistica, chi si aspetta di trovare immediatamente lavoro avrà spesso brutte sorprese. Lo è stato anche per me…

Durante la ricerca di uno stage o qualcosa del genere, però, mi sono imbattuto in blogo.it, un network nazionale di blog, di cui fanno parte tvblog e cineblog, tanto per citarne due.

Mi sono quindi proposto come collaboratore….et voilà, sono diventato un blogger retribuito anch’io. Per dovere di cronaca scrivo su blogvoip. Se vi interessano le tematiche relative a telefonate via internet e cose del genere, dateci un’occhiata!

Foto | fraxnet